Logo della Provincia del Medio Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

Ottobre

Calendario degli eventi
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Tutti gli appuntamenti

Inaugurazione del Museo parrocchiale di Barumini

Barumini

Comune: Barumini -
Data inizio: martedì 18 maggio 2010
Data fine: martedì 18 maggio 2010

Oggi alle 18 verrà inaugurato il Museo parrocchiale di Barumini. Il Comune e la Parrocchia dell'Immacolata faranno conoscere i tesori e la storia ecclesiastica paesana

BARUMINI
Inaugurato il museo parrocchiale


Libri del XVI secolo, la cassa del Dormitio Virginis interamente dipinta a tempera, messale Romano di Pio V del XVIII secolo, veste ricamata in oro fino, ornamenti e suppellettili d'argento, sacre reliquie, dipinti ad olio, ed altro ancora, fanno parte del museo parrocchiale. È stato inaugurato alla presenza del vescovo dell'Archidiocesi di Oristano, Ignazio Sanna, con la chiesa stracolma di persone. A fare gli onori di casa, il parroco don Aldo Carcangiu: «Per la comunità cristiana i manufatti degli antenati hanno lasciato una traccia indelebile».
Il museo nasce dallo studio, ricerca e allestimento di Liliana Fadda e dalla collaborazione tra Comune e Parrocchia. «Questi beni culturali rappresentano ed esprimono ciò che l'uomo ha creato, creduto e amato. All'interno della chiesa si è prodotto cultura, e la cultura è vita», afferma il vescovo Ignazio Sanna.
Nel museo beni preziosi e opere d'arte della cultura locale, rappresentano l'interesse della chiesa per la cultura, e la memoria storica della comunità. «Un luogo prezioso per il paese - aggiunge il sindaco Emanuele Lilliu - e un'ulteriore offerta culturale per i turisti che si recano nel nostro territorio».
Tanto è stato lo stupore dei visitatori che per la prima volta hanno potuto ammirare un tesoro artistico liturgico esposto nella Sacrestia, tramandato per secoli da intere generazioni. «Spero che questo primo passo sia il preludio di future collaborazioni per la quantità di opere ancora disponibili nella comunità cristiana baruminese», conclude la curatrice del museo Liliana Fadda.
(Fonte: L'Unione Sarda del 25 maggio 2010 articolo di Carlo Fadda)