Logo della Provincia del Medio Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

Ottobre

Calendario degli eventi
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Tutti gli appuntamenti

JAIME ARANGO CORREA - Mostra internazionale 2012

locandina

Comune: Collinas -
Data inizio: venerdì 20 luglio 2012
Data fine: giovedì 30 agosto 2012

B&BArt Museo di arte contemporanea Italia Colombia 

Mostra internazionale 2012

JAIME ARANGO CORREA

Arango e Shunga

a cura di Bianca Laura Petretto

introduzione di Sandra Miranda Pattin

letture interpretate da Isella Orchis e Cesare Saliu

allestimento di Ermenegildo Atzori

vernissage 20 luglio ore 19

dal 21 luglio al 30 agosto 2012

Via San Sebastiano, 12 . Collinas . Sardegna
 

Un grande artista colombiano, tra i maggiori esponenti dell’arte contemporanea internazionale, sarà presente con una personale “Arango e Shunga” nel museo di arte contemporanea B&BArt Italia Colombia dal 20 luglio al 30 agosto 2012.

Sarà un’occasione straordinaria per visitare la mostra delle opere pittoriche e grafiche a carattere erotico con la guida del maestro Arango che parteciperà insieme alla curatrice Bianca Laura Petretto, al vernissage del 20 luglio a partire dalle ore 19.

In suo onore gli artisti Isella Orchis e Cesare Saliu interpreteranno alcuni brani tratti dalla poesia e dalla letteratura erotica.

Il progetto culturale e artistico internazionale, la presentazione, i testi in lingua spagnola e tutti i rapporti con il maestro Arango sono stati curati da Sandra Miranda Pattin.

In Sardegna si conclude l’evento Italiano che lo ha visto protagonista. E’ stato celebrato con tre mostre personali in Liguria, a Arma di Taggia, nella Galleria M’Arte dal 16 giugno al 16 luglio con l’allestimento di Marco Barberis, in Emilia Romagna, nella splendida cornice di FABBRICA a Gambettola, dal 14 luglio al 5 agosto con la partecipazione di Angelo Grassi e in Sardegna, a Collinas, nel Museo di B&BArt dal 20 luglio al 31 agosto con l’allestimento di Ermenegildo Atzori. Il maestro colombiano, proviene dalla scuola di Antoni Tàpies, il famoso artista catalano scomparso in questo anno, fa parte della Fondazione Joan Mirò e ha vissuto i grandi movimenti internazionali dell’arte informale degli anni ‘60, sperimentando e ottenendo grandi successi in particolar modo in Spagna, in Europa e in America Latina. Oggi, l’artista lavora in Colombia, ma le sue opere viaggiano per l’Europa e approdando in Italia con tre personali che tracciano un percorso estetico delle differenti tematiche espresse nelle sue opere materiche, grafiche e pittoriche, per la maggior parte inedite.

Una mostra sull’erotismo con 25 opere pittoriche e grafiche prodotte tra il 2010 e il 2011 dal maestro colombiano Jaime Arango Correa. Un percorso cromatico e materico di grande impatto visivo con una costruzione intensa e poetica dell’espressività corporea che pervade l’osservatore nel tratto inciso e nello spazio terrigno e celestiale.

Un artista sapiente e coinvolgente che rende palpabile il segno come una incisione su una zolla di terra o su una nuvola carica d’acqua.

I suoi corpi raccontano l’intimità sessuale e la libertà dell’espressione e del donare all’altro in un virtuosismo stilistico che passa dalla cultura latino americana alla stanza della geisha.

Un dialogo poetico e stilistico tra le opere erotiche di Arango e le Shunga.

Il tema dell’erotismo e della bellezza riguardano le opere del maestro colombiano che dialogano con le shunga, le pitture e le stampe a soggetto erotico chiamate “immagini della primavera”. La cultura giapponese è, come definiva Roland Barthes, “l’impero dei segni” e il genere shunga si sviluppa nella produzione xilografica dell’ukiyo-e, esprimendo un’estetica della vita dinamica e raffinata. Si potranno trovare molte analogie tra alcune opere shunga di artisti quali Utamaro e Shuncho, presenti in mostra e le opere del maestro Arango, segni di un “mondo fluttuante” universali, grafici e pittorici che rinnovano il gusto del bello per una manifestazione autentica e riconoscibile dell’umanità.

In occasione della mostra sarà presentato il catalogo Jaime Arango Correa (italiano.spagnolo) a cura di Bianca Laura Petretto con la presentazione di Sandra Miranda Pattin.