Logo della Provincia del Medio Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

Ottobre

Calendario degli eventi
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Tutti gli appuntamenti

L’Italia del Risorgimento. Mostra “Gioventù Ribelle”

L’Italia del Risorgimento. Mostra “Gioventù Ribelle”

Comune: Villanovaforru -
Data inizio: venerdì 25 marzo 2011
Data fine: mercoledì 15 giugno 2011

Venerdì 25 Marzo 2011 apre al pubblico la mostra ''Gioventù Ribelle. L'Italia del Risorgimento'' ospitata nella sala Mostre Temporanee presso il Museo Genna Maria di Villanovaforru dal 25 marzo al 15 giugno 2011.
La mostra, organizzata in collaborazione con l'Istituto per la storia del Risorgimento italiano - Museo Centrale del Risorgimento di Roma", sarà visitabile tutti i giorni (escluso il lunedì) con i seguenti orari 9.30 e 13.00 e 15.30 - 19.00
L’esposizione vuole ripercorrere la vita di un gruppo di giovani – da Goffredo Mameli a Luciano Manara, dalla Contessa di Castiglione a Maria Sofia di Borbone, da Carlo Pisacane ai Fratelli Cairoli – che spese la propria esistenza nel tentativo di vedere realizzato un ideale. Le azioni di questi “Giovani Ribelli” ci fanno rivivere il Risorgimento, carico di forti passioni, di intensa ricerca, di inquietudini ed irrequietezza moderna. La loro vita fu spesso errabonda con viaggi che si spinsero fino agli estremi confini del mondo. I loro pensieri riuscirono comunque, anche nel caso in cui le loro imprese furono destinate al fallimento, ad imprimere dei segni profondi nella vita della nostra Nazione.
La costruzione dello stato unitario vide per protagonisti degli uomini che cercarono di realizzare i loro convincimenti ideali. La loro attività si esplicò in vari modi: attraverso le azioni – partecipando a tentativi insurrezionali, combattendo durante le guerra d’indipendenza - o all’interno dell’impegno politico o mediante la scrittura e la diffusione degli ideali di patriottismo e di libertà. Tra di loro moltissimi giovani, poco più che ventenni, che non esitarono a scendere in piazza e a correre sulle piazze e sulle barricate del ‘48 o alla difesa della Repubblica Romana. Rischiando la vita e, spesso, trovando la morte: basta scorrere gli elenchi dei partecipanti all’impresa dei Mille o passare in rassegna i nomi dei difensori della Repubblica Romana del 1849.
Questa passionalità era stata preparata dalla diffusione della cultura filosofica e letteraria dell’illuminismo prima e del Romanticismo poi che aveva fatto crescere un nuovo modo di intendere l’uomo e la vita collettiva. Si trattò di una generazione che fece degli ideali di libertà il proprio convincimento e trascorse spesso una esistenza difficile ed errabonda, spesso in esilio. Un generazione il cui senso di irrequietezza ed inquietudine aveva un carattere moderno e contemporaneo.
Una “Gioventù Ribelle” all’oppressione e in cerca di una nuova dimensione esistenziale che coincideva con l’ideale di una nazione libera, di un’Italia unita. La mostra, ripercorrendo la vita di questi “Giovani Ribelli” che sacrificarono le proprie esistenze per realizzare un ideale che coincideva spesso con l’idea stessa di nazione, consente di leggere la storia del nostro Risorgimento, ma anche di tutto l’Ottocento, come
un periodo carico di forti passioni, di entusiasta ricerca. Un momento storico ed esistenziale che impresse dei segni profondi nella vita pubblica e privata dei singoli protagonisti.

Ogni area del percorso espositivo, che è stata pensata per illustrare in maniera sintetica i profili dei singoli protagonisti, cercherà di mostrare le idee di questi “Giovani Ribelli”attraverso un’accurata selezione di immagini ed una esaustiva selezione di brani tratti dai loro scritti. Una galleria di ritratti e di parole interagirà con filmati storici e contributi video che legheranno le vicende di 150 anni fa con la vita di oggi nella ricerca di recuperare le radici della nostra Patria.
Nell’ambito della mostra verrà proiettato un video inedito che si avvale dell’interpretazione di giovani attori italiani: Cristiana Capotondi nelle vesti della Contessa di Castiglione, Andrea Fachinetti nelle vesti di Carlo Pisacane, Emanuele Propizio nelle vesti di Goffredo Mameli e Vinicio Marchioni nelle vesti di Felice Orsini.
Una sala sarà dedicata alla presentazione del videogioco “Gioventù Ribelle” che nasce con il duplice intento di celebrare l’eroismo e l’amor di patria di giovani coraggiosi il cui sangue è servito ad unificare il nostro Paese e di parlare ai giovani d’oggi con il loro linguaggio raccontando loro la gloriosa storia dei Padri. Un’avventura tridimensionale in cui ambienti e personaggi saranno ricostruzioni storicamente fedeli dei luoghi e dei protagonisti del Risorgimento Italiano. I giovani potranno così immedesimarsi nei ragazzi e nelle ragazze che fecero l’Italia imparando le tappe storiche che condussero all’Unità della Nazione. Uno
strumento ludico e formativo nello stesso tempo. Il progetto è realizzato in collaborazione con Assoknowledge – Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici. Gruppo di Filiera Produttori Italiani di Videogiochi.

Per informazioni rivolgersi a: Museo o Parco "Genna Maria" tel. 070 93 00 050 (Museo) - 333 17 60 216 (Turismo in Marmilla) fax 070 93 00 232
www.comune.villanovaforru.ca.it email: info@comune.villanovaforru.ca.it