Logo della Provincia del Medio Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

Luglio

Calendario degli eventi
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Tutti gli appuntamenti

Sardara Mariaquas, quattro giorni di festa per la patrona

Chiesa di Santa Mariaquas

Comune: Sardara -
Data inizio: sabato 15 settembre 2012
Data fine: martedì 18 settembre 2012

Quattro giorni sacri per i fedeli della diocesi di Ales-Terralba. Si festeggia la patrona: Santa Mariaquas, da qualche hanno compatrona di Sardara. Fra le novità, la volontà della Pro loco di rompere con la tradizione: religiosità alle terme e spettacoli in paese.
«L'obiettivo», dice il presidente Daniele Tatti, «è dare alla gente la possibilità di scegliere fra restare alle terme anche dopo cena oppure trasferirsi in paese. Come la memoria storica ricorda: luci spenti a Santa Maria dopo le cerimonie religiose e partenza con le animazioni nel centro abitato». Tatti aggiunge che l'unico neo potrebbe essere la parte economica che deve fare i conti con tagli e taglietti. «Quest'anno», comunica Tatti, «mancano all'appello gli oltre dieci mila euro della Regione. È grazie al contributo del Comune di 4.500 euro e alla generosità degli sponsor e delle offerte dei cittadini (in tutto quasi 15 mila euro), se possiamo confermare gli appuntamenti più attesi».
Si parte domani 15 settembre alle 17 con la messa all'Assunta e subito dopo la processione sino al santuario. Un lungo corteo accompagnato da cavalieri, gruppi folk, associazioni di volontariato, carabinieri in alta uniforme. Alle 22,30 all'anfiteatro, serata musicale con gli “Arawak Roots Vibration”. Domenica 16 settembre messe continuate: 8-9.30-11-17-18. Alle 22 in piazza Libertà “Taratatà il varietà”. Lunedì 17 settembre alle 18 messa solenne con il vescovo Giovanni Dettori e i sacerdoti della diocesi. Alle 20,30 spettacolo pirotecnico nella collina che sovrasta l'area termale. Martedì 18 settembre alle 18 rientro in parrocchia e conclusione con la benedizione sulla scalinata dell'Assunta. Alle 22, in piazza Libertà, serata di ballo liscio con Sabrina.
(Fonte: L'Unione Sarda del 14 settembre 2012 articolo di s.r.)

Sardara Bagno di folla per la festa di Santa Maria

Si è chiusa a Sardara in un bagno di folla la tradizionale festa in onore di Santa Mariaquas, patrona della diocesi di Ales-Terralba. Complice il clima estivo che, dopo 10 anni, ha regalato 4 giornate senza una goccia di pioggia. In tutto quasi diecimila fedeli si sono avvicinati ai piedi della Vergine, 5 mila per la messa del vescovo, Giovanni Dettori, e di tutti i suoi sacerdoti, nell'anfiteatro delle terme. Venti gruppi folk, 45 cavalli, 6 associazioni di volontariato. Una ricorrenza costata 19 mila e 500 euro: 4.500 euro il contributo del Comune, 4.700 sono arrivati dagli sponsor, 10.300 dalle offerte dei fedeli. Merito di un'organizzazione che ha dato il meglio di sé, nonostante la giovane età dei componenti: dai 22 ai 25 anni. Lo stesso presidente del comitato, Alberto Putzolu, 22 anni, ha saputo guidare il gruppo e mettere ogni tassello al posto giusto. «È bene che i giovani si facciano avanti», dice la più anziana, Tonina Musa, «ma l'esperienza degli adulti è fondamentale per non far morire la tradizione».
(Fonte: L'Unione Sarda del 20 settembre 2012 articolo di s. r.)