Logo della Provincia del Medio Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

Ottobre

Calendario degli eventi
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Tutti gli appuntamenti

Carnevale delle Bande XI Edizione

Carnevale delle Bande XI Edizione

Comune: Villacidro -
Data inizio: domenica 13 marzo 2011
Data fine: domenica 13 marzo 2011

Tutto è pronto per domenica 13 marzo 2011 per la XI edizione del Carnevale delle Bande: 11 formazioni musicali daranno fiato alle trombe, spazio al rullo dei tamburi e alle ugole dei cantori dei cori per vivacizzare la manifestazione villacidrese, mentre 6 numerosissimi gruppi liberi seguiranno il ritmo scatenato dei giovani musicisti, che compongono le formazioni musicali. I cori, invece, che come sempre apriranno la sfilata, canteranno note allegre e spensierate, tratte anche dalla tradizione sarda, tra il pubblico, incuriosito dalle diverse performance.
Nonostante la data posticipata, causa alcuni tristi eventi, la Banda S. Cecilia, è riuscita ad organizzare la manifestazione inaugurando così il secondo decennio e a portare avanti una Carnevale singolare e unico nel suo genere, dove, oltre alla musica, sono protagonisti i bambini con i loro genitori, nonni e zii che per una sera cercano di divertirsi in libertà, al di là delle differenze di età, e senza timore degli eccessi.
L’assenza di carri, mezzi pesanti, di amplificazioni al massimo dei decibel, permette di dare sfogo alla fantasia singola e collettiva e seguire il ritmo della musica dal vivo. Ad ogni gruppo è lasciata la più ampia scelta di scegliere di mascherarsi oppure no e scegliere il tema, “Quello che si chiede ai partecipanti , dicono gli organizzatori, è di divertirsi e divertire. Ci piace tornare al passato quando la fantasia e l’espressione dal vivo la faceva da padrone e dove grandi e piccoli si sfidano e creare imput e occasioni di divertimento e allegria. La semplicità è la migliore ricetta per essere felici anche per un giorno”.
Le bande di Carbonia, Pabillonis, Santadi, S. Antioco, Selargius, Serramanna, Villacidro anche col numerosissimo gruppo di allievi della Scuola di Musica, riempiranno le strade di note, mentre i cori di Villacidro, Isili e Serri si fermeranno lungo il percorso in mezzo al pubblico per cantare e far cantare. Oltre trecento bandisti e centocinquanta coristi riempiranno di note il paese percorrendo un itinerario, che partendo dalla parte bassa dell’abitato (piazzale Scuola primaria di via Farina), attraverso la via Nazionale, la centralissima via Repubblica, imboccherà il Centro storico lungo la via Parrocchia, per concludersi nel cuore del paese, in Piazza XX Settembre, di fronte alla sede della Pro Loco, che mette a disposizione i locali, per alcuni aspetti logistici. A completare la coreografia della giornata saranno gli oltre duecento componenti dei due asili nido; “Pimpa” e “Bimbolandia” e le oltre duecento maschere della Scuola primaria, dell’Associazione “Volo Alto” e del Servizio sociale di Villacidro. A questi, come sempre si aggiungeranno tante altre maschere non iscritte al Concorso “Sa Mellus Cumpangia”, alla sua 4^ edizione, ideato per animare il percorso nelle strade di Villacidro. Ai gruppi, Bande e cori che susciteranno simpatia e gradimento tra la gente verranno offerti, in premio, prodotti locali e materiali utili. A decretarlo sarà una giuria che si aggirerà durante il percorso, in incognito, per poter osservare e giudicare indisturbata.
La festa finale, con la esibizione delle Bande e dei cori, la degustazione dei fritti e la consegna delle targhe, alla presenza degli amministratori del comune e della provincia chiuderà la XI edizione pensando già alla XII.
La manifestazione è patrocinata e sostenuta dalla Provincia del Medio Campidano, dal Comune di Villacidro Alla realizzazione e organizzazione contribuiscono i soci, i genitori dei bandisti e degli allievi della Scuola di Musica, tanti volontari e le associazioni: AVSAV, AUSER,Circolo Carabinieri “Frau”, Circolo Marinai d’Italia, la Compagnia Barracellare, Moto Club, Associazione Frontera che assieme ai Vigili Urbani e Carabinieri garantiscono il servizio d’ordine perché tutto possa svolgersi nel migliore dei modi possibile.
Quest’anno la data è stata posticipata per eventi di forza maggiore, ma dalla prossima edizione sarà ancora una volta l’Associazione bandistica di Villacidro ad aprire le manifestazioni del Carnevale nel Campidano, come è sempre stato, per con creare concomitanze con altre manifestazioni del periodo e per permettere al pubblico di vedere e godere di tutti gli eventi.


Anche quest’anno il “Carnevale delle Bande”, simbolo del carnevale villacidrese, mantiene le sue caratteristiche, che ne fanno una manifestazione singolare e unica: niente carri né amplificazioni, né mezzi meccanici, ma solo musica e canto dal vivo in mezzo alla gente e ai tanti bambini degli asili nido, e delle scuole, a tanti gruppi liberi che vogliono ballare al ritmo delle note musicali delle bande e dei canti corali.
Ai partecipanti è lasciata la più ampia libertà di scelta dei temi e delle maschere oppure di essere presenti in maniera semplice ma con una grande voglia di trascorrere una serata in allegria nel modo migliore possibile.
È in fondo un carnevale povero come lo erano quelli del passato, quando con poche cose semplici si riusciva a produrre tanta allegria e ironia e mobilitare il paese per divertirsi insieme. L’Associazione bandistica propone sempre in primo luogo il divertimento e un invito a limitare le spese Ad animare il Carnevale è prevista la 4^ edizione del concorso “Sa mellus cumpangia” che premia il gruppo che riscuote la simpatia tra il pubblico, si distingue per la migliore presenza e l’inventiva. È una iniziativa che si propone di stimolare la creatività e la competitività tra i gruppi. Una giuria, nota ai soli organizzatori, mascherata anch’essa, si aggira durante la sfilata per osservare e verificare anche il gradimento del pubblico. I vincitori saranno premiati con prodotti locali e didattici, offerti da produttori e commercianti di Villacidro.
La manifestazione è patrocinata e sostenuta dalla Provincia del Medio Campidano, dal Comune di Villacidro Alla realizzazione della manifestazione partecipano con entusiasmo diverse associazioni locali, i soci, i genitori dei bandisti e degli allievi della Scuola di Musica e tanti volontari perché tutto possa svolgersi nel migliore dei modi possibile.
Rispetto agli anni scorsi la data è stata posticipata per alcuni tristi eventi che hanno coinvolto la collettività villacidrese e l’Associazione ha deciso di osservare il silenzio per un periodo consono.


VILLACIDRO, 14/03/2011
Dopo una intera mattinata di pioggia, che ha rischiato di mettere in forse la manifestazione, un sole primaverile ha illuminato la sfilata dell’XI Carnevale delle Bande, che ha percorso le strade cittadine accompagnata dalla musica e dal canto dei Cori.
Nonostante il posticipo della data, per cause di forza maggiore, che ha visto la manifestazione svolgersi in coincidenza con altri eventi, la sfilata ha visto oltre 700 figuranti animare le strade del paese. Come sempre, oltre alla musica, protagonisti i bambini degli asili nido, che hanno trascinato con loro genitori, nonni e zii che hanno seguito il ritmo delle bande e cantato con i cori.
Le bande di Carbonia, la matricola di Pabillonis, la coloratissima di Santadi, la sportiva di S. Antioco, la trasgressiva di Serramanna, la fumettistica di Villacidro, preceduta dal numerassimo gruppo di draghi degli allievi della Scuola di musica, si sono scatenate in ritmi musicali tipici del carnevale, trascinando dietro di sè pubblico, le coloratissime api di “Volo Alto”, le maschere cinesi con drago annesso del Servizio Educativo Coop. Sociale Koinos, le 5^ e le 1^ della Scuola Primaria di Piazza Municipio e via Cavour e i numerosissimi gruppi di folletti degli Asili nido Pimpa e “figli dei fiori” di Bimbolandia. Altri gruppi di giovanissimi delle scuole medie hanno seguito con entusiasmo la lunga sfilata che si è snodata per quasi tre ore per concludersi nella centralissima piazza Zampillo. I complessi corali di Serri, Isili e Villacidro hanno aperto la sfilata cantando in mezzo alla gente, che ascoltava con attenzione e abbastanza divertita.
Nella piazza prima di dare inizio alla cerimonia finale bande, cori seguito dal numerosissimo pubblico hanno eseguito coralmente l’inno nazionale per ricordare i 150 anni dell’unità d’Italia,
Alla presenza del sindaco Giannina Orrù e dell’assessore provinciale alla cultura Michele Cuccui, sono state consegnate le targhe e premiati i vincitori della 4^ edizione del Concorso “Sa Mellus Cumpangia”.
Per le scuole hanno vinto a pari merito i gruppi: “Curri a Schola” e la “Scuola dell’allegria”, per i gruppi liberi “Il fantastico mondo della Cina” del Servizio educativo di Villacidro e, dopo 11 edizioni, per la sezione Bande il premio è andato alla Banda di Villacidro.
La manifestazione si è svolta con tranquillità e molta allegria e ha coinvolto tantissime persone che non solo hanno seguito divertite l’evento ma si sono lasciate coinvolgere nella sfilata.
Carnevale atipico quello di Villacidro che rifugge dagli eccessi e come sempre privilegia la fantasia, ed un divertimento fatto di cose semplici, la musica dal vivo, ed il contatto col pubblico. Da sottolineare il fatto che la sfilata ha sostato di fronte alla casa comunale degli anziani di via Repubblica per divertire gli ospiti tutti seduti fuori per l’occasione.
“Nonostante gli eventi non ci abbiano favorito, sostengono gli organizzatori, l’iniziativa è andata in porto positivamente e ancora una volta ha coinvolto tanta gente di Villacidro e fuori. Il paese sente come suo questo singolare carnevale che ha bandito le amplificazioni e i carri motorizzati. Siamo convinti, sostengono, che questa formula accomuna tanta gente di ogni età che partecipa al carnevale per puro divertimento senza altri timori. La presenza di tanti bambini avvalora il progetto. Quel po’ di antico che c’è nel Carnevale delle bande dà potere alla fantasia e alla buona inventiva. Per la prossima edizione cercheremmo di arricchire l’offerta, ma soprattutto di aprire gli eventi carnascialeschi del Medio Campidano, come è avvenuto da 10 anni, con grande entusiasmo.”
Il Carnevale delle Bande si avvale del patrocinio del Comune di Villacidro e della Provincia del Medio Campidano e della collaborazione di tantissime associazioni operanti a Villacidro: AVSAV, Auser, Compagnia Barracellare, Circolo Carabinieri “Frau”, Circolo Marinai d’Italia, Moto Club Villacidro e tanti genitori e soci, che si mettono a disposizione per garantire la riuscita dell’iniziativa.
Ai tanti volontari si aggiungono gli operi dei cantieri comunali, i Vigili Urbani e i Carabinieri.