Logo della Provincia del Medio Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

Luglio

Calendario degli eventi
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Tutti gli appuntamenti

XIII Settimana della Cultura - Convegno “Atlantide e i nuraghi”

nuraghe

Comune: Villanovaforru -
Data inizio: sabato 9 aprile 2011
Data fine: sabato 9 aprile 2011

In occasione della XIII Settimana della Cultura (9-17 aprile 2011), il Museo “Genna Maria” e l’Amministrazione Comunale di Villanovaforru organizzano un incontro di studio sul tema “Atlantide e i nuraghi”, che si terrà nei locali della Biblioteca Comunale dello stesso Comune sabato 9 aprile, alle ore 17. Parteciperanno alla manifestazione Antonio Ulzega, geologo dell’Università di Cagliari, Giulio Angioni, antropologo dell’Università di Cagliari, Paolo Bernardini, archeologo dell’Università di Sassari, Alfonso Stiglitz, archeologo del Comune di S. Vero Milis, Alessandro Usai, archeologo della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Cagliari e Oristano. Il dibattito sarà moderato da Mauro Perra, direttore del Parco e Museo “Genna Maria” di Villanovaforru.
L’identificazione della Sardegna nuragica con l’isola descritta da Platone nel racconto su Atlandide, è un mito contemporaneo, costruito sulla base del racconto del famoso filosofo greco del V-IV sec. A.C. Gli studiosi interverranno domandandosi se con Atlantide Platone intendesse veramente costruire un mito o se semplicemente volesse “edificare nobili menzogne” come peraltro non si preoccupa di nascondere nel suo “Racconto fenicio” nel testo del suo scritto più conosciuto: La Repubblica. Quale il fine nascosto della mitopoiesi antica e moderna? Ci si chiederà inoltre quali sono le ragioni del collasso dei nuraghi e del
loro abbandono sulla base dei dati che ci provengono dai sempre più numerosi scavi di tali monumenti.
L’approccio scientifico multidisciplinare garantito dagli studiosi di differenti discipline, dalla geologia all’antropologia e all’archeologia, segna un percorso metodologico rigoroso e rispettoso della complessità dell’argomento affrontato che evita le semplificazioni di letture parziali e scientificamente molto deboli se non del tutto insussistenti.