Logo of the Province of Middle Campidano

Sardegna

Skip navigation bar and go to contents

Eventi e manifestazioni

October

Calendario degli eventi
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

All the highlights

Spettacolo teatrale il Principe Felice di Oscar Wilde

Il Principe Felice di Oscar Wilde

Comune: Serrenti -
Data inizio: Friday, May 15, 2009
Data fine: Friday, May 15, 2009

Venerdì 15 maggio 2009, al termine della serata dedicata alle "Città del Sorriso" presso la Vetrina in terra cruda in Via Santa Barbara a Serrenti (presso Orto Botanico) verrà presentato lo spettacolo “Il Principe Felice” di Oscar Wilde, a cura della compagnia Riverrun Teatro - adattato, diretto e interpretato da: Fausto Siddi accompagnamento musicale: Giorgio Deidda disegni di: Silvia Argiolas, assistente alla regia: Roberta Locci, foto: Stefano Grassi, tecnico del montaggio: Alessandro Pani, organizzazione: Tullia Agati.

Il Principe Felice è una statua ricoperta d’oro fino e pietre preziose. E’ il simbolo della città, tutti la ammirano. Una notte un Rondinotto si posa ai suoi piedi e tra i due nasce una  profonda amicizia.
Il Principe gli racconta la sua storia: “Quando ero vivo vivevo nel  palazzo di Sans-Souci (senza preoccupazioni)dove al dolore non è permesso entrare, intorno al giardino correva un muro altissimo, ma
non mi preoccupai mai di chiedere cosa vi fosse al di là. Ora che sono morto mi hanno messo qui, tanto in alto che vedo tutta la  bruttezza e la miseria della mia città”. Il Rondinotto commosso dal racconto decide di aiutarlo spogliandolo di  tutte le ricchezze per donarle ai poveri ed alleviare le loro sofferenze.
“Poi venne la neve, e dopo la neve il gelo”, il Principe rimasto privo di ornamenti cercò di convincere il Rondinotto a migrare in Egitto, ma l’uccellino…….

Il Principe Felice di Oscar Wilde è una favola etica che insegna a guardare le cose del mondo nel profondo, da un punto di vista d’insieme, contrapponendosi al modello individualista dei nostri
giorni. Felicità, amore incondizionato, compassione e sacrificio sono i temi portanti del racconto, che “regalano” al bambino un sincero coinvolgimento emotivo indicando la strada per una possibile educazione sentimentale.

L'Associazione Culturale riverrunTeatro si occupa principalmente di teatro e spettacolo dal 1997, anno della sua fondazione. In nove anni di attività ha prodotto circa trenta titoli, gestito rassegne teatrali, organizzato eventi di dimensione locale, nazionale ed internazionale. Una delle caratteristiche della compagnia è quella di ideare e gestire laboratori residenziali capaci di animare e portare in scena intere comunità “teatralizzando” spazi urbani, di archeologia industriale o di interesse naturalistico. Ha operato principalmente in Sardegna ma si è segnalata, come sigla e attraverso l'opera singola dei suoi componenti (Roberta Locci, Fausto Siddi, Elio Turno Arthemalle, Monica Zuncheddu), in Italia e all'Estero. Gestisce in via Giardini 164 a Cagliari un Centro Culturale con annessa una sala teatrale presso cui svolge dal 2001 quattro corsi annuali della durata di nove mesi che coinvolgono ogni anno un gran numero di allievi. Al di là della formazione di base, il Centro Culturale si occupa della formazione permanente di giovani artisti e tecnici, dell'organizzazione di dibattiti, rassegne teatrali e cinematografiche, di valorizzazione dell'attività artistica di base.
(Fonte: sito della compagnia Teatrale Riverrun Teatro)