Logo of the Province of Middle Campidano

Sardegna

Skip navigation bar and go to contents

Eventi e manifestazioni

November

Calendario degli eventi
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30

All the highlights

“Concerto di insiemi” a Villacidro

“Concerto di insiemi” a Villacidro

Comune: Villacidro -
Data inizio: Saturday, October 24, 2009
Data fine: Saturday, October 24, 2009

Sabato 24 ottobre 2009 alle ore 18.30, presso la palestra della Scuola Media di Villacidro, in via Stazione, i 105 musicisti che hanno partecipato al Corso di Approfondimento Musicale per Strumentisti e Allievi di Bande a Montarbu di Seui ,dal 17 - 23 Agosto 2009, saranno presenti a Villacidro per dar vita al “Concerto di insiemi”, proposto dalla Banda Musicale “S. Cecilia” di Villacidro, col patrocinio della Provincia del Medio Campidano, Assessorato alla Cultura, e del Comune di Villacidro, Assessorati alla Cultura e allo Spettacolo. Collaborano alla realizzazione la Federazione Bande Musicali della Sardegna, il Tavolo Permanente delle Associazioni e i siti web MondoBande.it e BandaMusicale.it.

I direttori sono Jo Conjaerts, Chiara Vidoni e Marco Caboni per i complessi Bandistici e Gianluca Pitzalis e Diego Raspa per il complesso delle chitarre.
La serata è articolata in tre parti: la prima è affidata al complesso di chitarre “Cordas Orkestra” diretta da Gianluca Pitzalis e Diego Raspa che eseguiranno i seguenti brani: Andante di Haydn, Menuett di Visée, Noche en los Andes ed El Gato Feliz di Thorlaksson, Spring Song di Mozart, Fantasy for Guitar di Pitzalis, Serenade di Haydn, Bouréé di Bach e Canone di Pachelbel.
Nella seconda parte si esibirà il complesso “Musica Insieme” formato dagli allievi delle bande di Villacidro, Seui e Siliqua, diretti dal M° Marco Caboni. Diviso in due gruppi in base al livello di preparazione. Il gruppo A eseguirà Jolly Old St. Nicholas duet e Farm Out di Pearson; il gruppo B: Sawmill Creek, Montego Bay, Regal March di Pearson arrangiamento di C. Elledge. Della terza parte sarà protagonista assoluto il “Complesso Bandistico di Montarbu” formato dalla Banda S. Cecilia di Villacidro, “Rossini” di Seui, “Mascagni” di Domusnovas, “Verdi” di Siliqua, Circolo Musicale Parteollese” di Dolianova, “Puccini” di Villamar e “Silesu” di Samassi. La direzione è affidata all’olandese Jo Conjaerts, alla friulana Chiara Vidoni e al sardo Marco Caboni, direttore della Banda di Villacidro e Seui. Il complesso eseguirà il seguente repertorio. Sugar di Bos, Il Postino di Bacalov, arr. di Gusperti, Old American Song di Copland, arr. Di Moss, Gabriel’s Oboe di Morricone, arr. di Flisijn, Tir Na Nog di Strommen e Launeddas di Puddu.
Serata piuttosto intensa durante la quale la banda S. Cecilia presenta nel suo paese, Villacidro, il risultato del lavoro svolto durante il corso realizzato nelle strutture dell’ Ente Foreste e nei boschi di Montarbu. Questo concerto segue quello svoltosi a Seui il 22 agosto. Gli organizzatori propongono l’avvenimento per il secondo anno consecutivo a Villacidro a dimostrazione del lavoro svolto in sei giorni di corso intensivo, diretto dal M° Jo Conjaerts e coordinato dal M° Marco Caboni, a cui hanno partecipato 105 musicisti, seguiti da 15 docenti specializzati per sezione strumentale e direzione. L’iniziativa, unica in Sardegna per il tipo di impostazione e metodologia didattica, si svolge da 5 anni. Ideato e organizzato dalla Banda di Villacidro , ma a cui partecipa attivamente la Banda di Seui e le due provincie del Medio Campidano e dell’Ogliastra. Per la prima volta quest’anno sono stati accolti anche gli allievi della classe di chitarra della Scuola della Banda di Villacidro.
Il Concerto sarà poi portato, per iniziativa della Provincia dell’Ogliastra e della banda di Seui, in tre località di quel territorio: Ierzu, Tortolì e Lanusei. Gli organizzatori vogliono mettere in evidenza quanto i complessi bandistici sono capaci di fare nel campo della cultura, della formazione e della diffusione della musica. “Esiste ancora nella mentalità della gente, ma soprattutto degli Enti pubblici, sostengono gli organizzatori, l’immagine di una Banda come parte coreografica e non da protagonista, legata alle esecuzione di marce negli avvenimenti religiosi e civili, senza tener conto che gli anni passano anche per le bande, e che queste crescono e si evolvono e producono musica di grande qualità. Oggi, queste si presentano, senza abbandonare la tradizione, come veri e propri complessi orchestrali capaci di accogliere gli strumenti più diversi. Le Bande, continuano gli organizzatori, sono in grado di seguire l’evoluzione della musica e di mettersi alla pari con i tempi, eseguendo repertori diversi. Hanno, inoltre, capito che la formazione è lo strumento che permette di garantire la continuità nel tempo, di essere al passo con le nuove tendenze musicali e di rappresentare le collettività nel modo più consono. Spesso sopperiscono alle carenze degli stessi Conservatori, dove non esistono alcune cattedre di strumento”. L’iniziativa della provincia ogliastrina dimostra attenzione a queste realtà, a cui spesso vengono destinate le briciole dei contributi .

(Consulta la versione in Lingua sarda)
Cuntzertu de “insiemi” in Biddexidru
mèrculis de su 21 su mesi de Ladàmini de su 2009 - ARREDATZIONI

Sàbudu su 24 de su mesi de Ladàmini de su 2009 a is ses e mesu (h 18,30) de a merii, in sa palestra de sa Scola segundària de gradu I de Biddexidru, in bia Stazione, is 105 sonadoris chi ant pigau parti a su Cursu de Afunduramentu Musicali po Strumentistas e Scientis de Bandas in Montarbu de Seui, de su 17 – 23 de su mesi de Austu de su 2009, ant a essi in Biddexidru po su “Concerto di insiemi”, propònniu de sa Banda musicali “Santa Cecilia” de Biddexidru, cun s’agiudu de sa Provìntzia de su Campidanu de Mesu, Assessorau a sa Cultura, e de su Comunu de Biddexidru, Assessoraus a sa Cultura e a su Spetàculu. A sa manifestada pigant parti puru: Federazione Bande Musicali della Sardegna, su Tavolo Permanente delle Associazioni e is giassus de s’Arretza MondoBande.it e BandaMusicale.it.

Is dirigidoris funt: Jo Conjaerts, Chiara Vidoni e Marco Caboni po is trumas bandìsticas e Gianluca Pitzalis e Diego Raspa po is trumas a ghitarras.
Su merii est apariciau in tres partis: sa primu est po is trumas a ghitarra “Cordas Orkestra” ghiada de Gianluca Pitzalis e Diego Raspa chi ant a sonai is branus afatanti: Andante de Haydn, Menuett de Visée, Noche en los Andes e El Gato Feliz de Thorlaksson, Spring Song de Mozart, Fantasy for Guitar de Pitzalis, Serenade de Haydn, Bouréé de Bach e Canone de Pachelbel.
In sa segundu parti ant a sonai sa truma “Musica Insieme” ca ndi faint parti is scientis de is bandas de Biddexidru, Seui e Silìcua, ghiaus de su M Marco Caboni, partzius in duas trumas de arrasus diferentis de spertesa. Sa truma A at a fai Jolly Old St. Nicholas duet e Farm Out de Pearson; sa truma B: Sawmill Creek, Montego Bay, Regal March de Pearson cun arràngiu C. Elledge. De sa de tres parti at a essi grandu protagonista su “Complesso Bandistico di Montarbu” cumpostu de sa Banda S. Cecilia de Biddexidru, “Rossini” de Seui, “Mascagni” de Domusnovas, “Verdi” de Siliqua, Circolo Musicale Parteollese” de Dolianova, “Puccini” de Villamar e “Silesu” de Samassi. Sa ghia dda ant donada a Jo Conjaerts s’olandesu, a Chiara Vidoni sa furlana e a Marco Caboni su sardu, dirigodori de sa Banda de Biddexidru e Seui. Sa truma at a fai puru: Sugar de Bos, Il Postino de Bacalov, arr. de Gusperti, Old American Song de Copland, arr. de Moss, Gabriel’s Oboe de Morricone, arr. de Flisijn, Tir Na Nog de Strommen e Launeddas de Puddu.
Unu merii arricu meda ca sa Banda S. Cecilia presentat in sa bidda sua, Biddexidru, s’arresurtau de sa faina fata in su cursu cumpriu in is struturas de su Ente Foreste e is is padentis de Montarbu. Custu cuntzertu sighit cuddu fatu in Seui su 22 de su mesi de Austu. Is apariciadoris proponint s’atòbiu po su segundu annu afatanti in Biddexidru che a amosta de sa faina fata in is diis de su cursu intensivu, ghiau de su M. Jo Conjaerts e coordinau de M. Marco Caboni, ca ant pigau parti 105 sonadoris, sighius de 15 imparadoris spetzialisaus po setzioni strumentalis e dirigidura. S’atividadi, ùnica in Sardìnnia po s’impostatzioni e sa metodologia didàtica, dda faeus de cinc’annus a oi. Pensau e apariciau de sa Banda de Biddexidru, ma pigant parti finsas sa Banda de Seui e is duas Provìntzias de su Campidanu de Mesu e de s’Ogiastra. Po sa primu borta ocannu eus arriciu finsas is scientis de sa crassi de ghitarra de sa Scola de sa Banda de Biddexidru.
Su cuntzertu at a essi fatu, gràtzias a sa Provìntzia de s’Ogiastra e de sa Banda de Seui, in is tres logus de su territòriu: Jersu, Tortolì e Lanusè. Is apariciadoris bolint acrarari cantu funt bonas a fai is trumas bandìsticas in su campu de sa cultura, de sa formatzioni e de su spainamentu de sa mùsica. “Esiste ancora nella mentalità della gente, ma soprattutto degli Enti pubblici, sostengono gli organizzatori, l’immagine di una Banda come parte coreografica e non da protagonista, legata alle esecuzione di marce negli avvenimenti religiosi e civili, senza tener conto che gli anni passano anche per le bande, e che queste crescono e si evolvono e producono musica di grande qualità. Oggi, queste si presentano, senza abbandonare la tradizione, come veri e propri complessi orchestrali capaci di accogliere gli strumenti più diversi. Le Bande, continuano gli organizzatori, sono in grado di seguire l’evoluzione della musica e di mettersi alla pari con i tempi, eseguendo repertori diversi. Hanno, inoltre, capito che la formazione è lo strumento che permette di garantire la continuità nel tempo, di essere al passo con le nuove tendenze musicali e di rappresentare le collettività nel modo più consono. Spesso sopperiscono alle carenze degli stessi Conservatori, dove non esistono alcune cattedre di strumento”. S’atividadi de sa provìntzia ogiastrina amostat s’incuru po custa arrealidadi chi meda bortas donat sceti su chi abarrat de si contribudus.