Logo of the Province of Middle Campidano

Sardegna

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Eventi e manifestazioni

August

Calendario degli eventi
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Alle Highlights

Spettacolo teatrale “L'appartamento è occupato” di Jean-Marie Chevret

un momento dello spettacolo teatrale “L'appartamento è occupato” di Jean-Marie Chevret

Comune: San Gavino Monreale -
Data inizio: Freitag, 13. März 2009
Data fine: Freitag, 13. März 2009

Venerdì 13 marzo al Teatro di San Gavino Monreale alle ore 21.00 verrà rappresentata la commedia "L'appartamento è occupato" (Le Squat di Jean-Marie Chevret) traduzione di Marzia G.Lea Pacella e Pino Terno, regia di Maurizio Panici, musiche di Roberto Fia, scene di Gianluca Amodio, costumi di Lucia Mariani, con Paola Gassman, Lydia Biondi, Mirella Mazzeranghi, Hossein Taheri, Elisa Di Eusanio, Andrea Bacci.


Scritta nel 2000 e premiata l'anno dopo con il “Moliere” in quanto miglior testo comico, “L'appartamento è occupato” mostra già i segni dei tempi che corrono.

Trama:

Un appartamento di un quartiere borghese di Parigi viene occupato da una giovane coppia, Samir un algerino e Natasha una lituana senza permesso di soggiorno, con la complicità di Manuel, figlio di Teresa, portiera del palazzo. Samir e Natasha vivono rintanati in una stanza, dato che l’accordo con Manuel è di poter solo sostare nell’appartamento senza usufruirne.
Le proprietarie dell’appartamento, le sorelle Maryvonne e Jeanne Figeac, sono in vacanza e quando tornano a sorpresa e capiscono la situazione hanno reazioni diverse: Maryvonne vorrebbe mandare via la coppia clandestina con l’aiuto della polizia mentre Jeanne propone una temporanea coabitazione forzata. Dopo una prima fase di osservazione e incomprensione, con momenti ora teneri ora drammatici, si realizza finalmente prima una reciproca curiosità, poi una affettuosa accettazione.
Un testo ironico, ottimista e tenero, in cui l’evoluzione dei personaggi - la scoperta della capacità di ciascuno di dare e ricevere - l’humor, l’amore e il dialogo tendono a dimostrare come il razzismo, l’intolleranza e le barriere sociali si possono combattere e superare grazie a una volontà reale di ascoltare e comprendere l’altro.
Un testo sul conflitto generazionale e sulle differenze sociali, con situazioni divertenti, dialoghi moderni e personaggi ben delineati - nelle loro caratteristiche sociali e psicologiche - grazie anche a una cura del linguaggio (quello pulito e alto della borghesia e quello quotidiano della strada degli immigrati). Due mondi che si scontrano e poi si integrano